Museo archeologico dell’Alto Adige, casa di Ötzi

di
Immagine di Ötzi al museo archeologico dell'Alto Adige © Jordan Lessona

Immagine di Ötzi al museo archeologico dell'Alto Adige © Jordan Lessona

Dal vetro spesso che la protegge, la mummia di Ötzi sembra un riflesso del tempo: un corpo sopravvissuto nei secoli che la natura ha conservato, e che il museo archeologico dell’Alto Adige custodisce in una apposita struttura diventata la sua casa.

Era il marzo del 1998 quando, “l’uomo venuto dal ghiaccio”, è stato portato qui nell’edificio di via Museo a Bolzano, in passato sede della imperiale Banca Nazionale Austriaca. E dal 1919 e fino agli anni novanta della Banca d’Italia.

Da allora, il museo archeologico dell’Alto Adige racconta quasi totalmente di lui attraverso un’impressionante serie di oggetti esposti: indumenti, armi, materiali, plastici esplicativi, coadiuvati da audio e video dettagliati.

Ötzi al museo archeologico dell'Alto Adige © Jordan Lessona

Ötzi al museo archeologico dell’Alto Adige © Jordan Lessona

Scoperta il 19 settembre 1991 da una coppia tedesca sulle Alpi dell’Ötztal, vicino il Similaun a 3.210 m di altezza, la mummia di Ötzi si trovava 92,55 metri prima del confine con l’Austria. Per questo motivo, dopo lunghe dispute, è oggi in Italia.

Per riprodurre le stesse condizioni che l’hanno preservata nei secoli, nel museo archeologico di Bolzano è stata realizzata una struttura che mantiene l’umidità al 98 per cento e le condizioni climatiche (-6°C) che servono a conservare il cadavere.

E oggi è ancora qui, davanti ai miei occhi che la fissano attraverso la finestrella in vetro spesso grazie al quale i visitatori possono vederla nella stessa posizione in cui venne ritrovata.

Grazie ad anni di ricerca, si sa quasi tutto della vita di Ötzi: visse intorno al 3.300 a.C. e quando morì era intorno ai 45 anni – una bella età per quel tempo antico. Il corpo era lungo 1,58 metri.

Seppur incentrato su “l’uomo venuto dal ghiaccio”, il museo archeologico dell’Alto Adige documenta con molta cura anche la storia della regione, dal periodo paleolitico e mesolitico (15.000 a.C.) sino all’epoca carolingia intorno al 800 d.C.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Museo archeologico dell’Alto Adige, casa di Ötzi"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...